Giornata di Preghiera

per la Pace di Gerusalemme 2010

La prima domenica di ogni ottobre

Aspetti importanti circa la Giornata di Preghiera per la Pace di Gerusalemme

DI CHE SI TRATTA?

La Giornata Internazionale di Preghiera per la Pace di Gerusalemme, istituita con l’appoggio di OLTRE 1200 leader cristiani appartenenti a diverse denominazioni e culture del mondo, si celebra annualmente la prima domenica di ogni ottobre.

Richiediamo un’intercessione mondiale ininterrotta, fervente e informata per i piani e i propositi di Dio per Gerusalemme e il suo popolo. Questa iniziativa mondiale di preghiera coincide con il periodo dello Yom Kippur e cerca di unire il calendario solenne cristiano con quello biblico ebraico per la prima volta nella storia della chiesa.

Il Dr. Jack Hayford (presidente della Foursquare Church e rettore del King’s College & Seminary) e il Rev. Robert Stearns (fondatore e direttore del ministero Eagle’s Wings) sono i copresidenti dell’Iniziativa di Preghiera Mondiale.

QUANDO SI TERRÀ?

La Giornata di Preghiera per la Pace di Gerusalemme si terrà la prima domenica di ogni ottobre, data prossima allo Yom Kippur. Quest’anno (2010) avrà luogo il 3 di ottobre.

CHI VI PARTECIPA?

  • Decine di milioni di cristiani di tutte le culture, denominazioni ed età; dalle cattedrali delle città cosmopolite alle chiese-capanne delle tribù in Africa, e persino le chiese segrete delle nazioni musulmane.

  • Nel 2009 circa 175 nazioni vi hanno partecipato, incluso alcune chiese segrete di 7 nazioni musulmane, e quest’anno per la grazia di Dio crediamo che più nazioni si uniranno a pregare per la pace di Gerusalemme.

COME SI SVOLGE QUESTA GIORNATA?

  • Innanzitutto la preghiera per la pace di Gerusalemme dovrebbe essere parte del servizio di adorazione che si svolgerà il 3 di ottobre nella riunione della chiesa locale. Per una chiesa è molto semplice partecipare alla GPPG, basta inserire nel programma del 3 ottobre il bollettino dell’evento, condividere un messaggio e pregare su questo tema, ovviamente la chiesa locale può anche decidere di coinvolgersi in maniera differente. L’unico elemento fondamentale è che tutti i tipi di chiesa, con i loro diversi servizi, si uniscano da ogni parte del mondo per pregare per la pace di Gerusalemme, a prescindere dal livello di comprensione che ognuna di esse abbia circa questa necessità strategica.

  • Alcune città, stati o nazioni, oltre al servizio di culto classico, avranno dei raduni regionali per esprimere la loro unità in preghiera per la pace di Gerusalemme e il suo popolo.

  • Il 3 di ottobre ci sarà una riunione speciale a Gerusalemme per la Giornata di Preghiera, alla quale si uniranno leader cristiani di tutto il mondo e autorità israeliane, che sarà trasmessa dal vivo su GOD TV in più di 200 nazioni.

  • Si terrà anche una Prayer Conference Call di 24 ore organizzata da Greater Calling (www.greatercalling.org), dove persone da tutto il mondo e da ogni fascia oraria potranno chiamare a una “stanza di preghiera virtuale” attraverso il proprio telefono e pregare assieme per i numerosi bisogni di questa regione importante e dei suoi diversi gruppi.

COME SI POSSONO OTTENERE ULTERIORI INFORMAZIONI?

Entra nel sito www.daytopray.com per ottenere:

  • Le traduzioni del materiale, dei volantini, dei sermoni e di tanto altro riguardante la Giornata di Preghiera in diverse lingue. Si possono scaricare o stampare sul vostro computer. Abbiamo del materiale tradotto in 19 lingue sin dall’anno scorso e durante il 2010 aggiorneremo e aumenteranno le traduzioni.

  • Si può anche scaricare il programma della GPPG per bambini dai 3 ai 6 anni e dai 4 ai 10 anni, che include lezioni, attività pratiche, pagine da colorare e biglietti di preghiera.

  • Stiamo pianificando anche un programma giovanile della GPPG per gli adolescenti, che può essere scaricato e che include una programmazione per il servizio, delle scene teatrali, un messaggio, video e musica.

  • Gli annunci pubblicitari in formato audio e video.

  • I comunicati stampa.

  • La lista dei leader di tutto il mondo che appoggiano l’Appello a Pregare.

  • La lista e i contatti di tutti i coordinatori nazionali e internazionali coinvolti con questo movimento di preghiera.

  • Le risorse che possono essere ordinate per equipaggiare la vostra chiesa o il gruppo di studio biblico o per migliorare la celebrazione del 3 di ottobre.

  • Le foto e i commenti degli anni precedenti.

  • La storia della Giornata di Preghiera per la Pace di Gerusalemme.

Potete anche chiamare l’ufficio di Eagle’s Wings al numero +1-716-759-1058

o in l’Italia +39 3403435 677.

COME POSSO PARTECIPARE?

Potete contattare il vostro coordinatore regionale o nazionale attraverso il nostro sito, dove troverete la sua e-mail per l’Italia scrivete Robert Hord : [email protected]

Se la tua regione o nazione non ha un coordinatore per la GPPG, potete contattarci attraverso il sito www.daytopray.com o chiamare il nostro ufficio allo 1-800-51 94647.

PREGARE PER LA PACE DI GERUSALEMME IMPLICA CHE SI È CONTRO GLI ARABI E I PALESTINESI?

Dio non usa alcuna parzialità; Egli ama tutti allo stesso modo. Ha un piano di redenzione sia per i discendenti di Isacco che per quelli di Ismaele. Quando preghiamo per la pace di Gerusalemme, stiamo pregando per TUTTA la gente che vive in quel luogo. Il nostro desiderio è che la parola di Dio si compia. Vogliamo vedere demolito il muro di separazione fra ebrei e arabi (Efesini 2:14), vogliamo vedere l’unità, l’amore, la stima reciproca tra i restaurati, così come lo Shalom e la benedizione di Dio che riposano su questa terra e sul suo popolo.

PERCHÉ DOVREI PREGARE PER LA PACE DI GERUSALEMME?

  • Genesi 12:3 – Il Signore afferma nel patto che fece con Abrahamo:

E benedirò quelli che ti benediranno e maledirò chi ti maledirà; e in te saranno benedette tutte le famiglie della terra”. La storia rivela chiaramente che le nazioni e i leader che hanno benedetto Israele e il popolo ebraico sono state benedette da Dio, mentre quelle che hanno maledetto gli ebrei e la Sua Terra Santa sono state vittime dell’ira di Dio.

  • Gli scrittori della Bibbia, ispirati da Dio, hanno stabilito come dovere eterno per tutti coloro che Lo seguono il pregare “per la pace di Gerusalemme: prosperino quelli che ti amano” (Salmo 122:6).

  • Immersa tra 22 nazioni arabe non democratiche, Gerusalemme, e la nazione di Israele, rappresenta l’unica democrazia (con libertà di religione e parità di diritti per tutte le razze e sessi). Israele e l’Italia stanno difendendo gli stessi valori e le medesime libertà contro un nemico comune: il radicalismo islamico.

  • Siamo debitori del popolo ebraico per le fondamenta della nostra fede cristiana e per il loro enorme contributo nello sviluppo della società mediante progressi medici, agricoli e tecnologici.

  • È responsabilità delle chiese appoggiare tutto il popolo del patto per la restaurazione di Israele e per i propositi di Dio in quella terra. È responsabilità dei cristiani di ogni generazione mettere in atto le parole profetiche divine riguardanti gli ebrei.

  • La storia della chiesa mostra una notevole persecuzione contro il popolo ebraico: azioni compiute nel nome di Cristo ma non nel carattere di Cristo. Oggi abbiamo la responsabilità di correggere gli errori dei nostri antenati cristiani, pregando seriamente affinché le benedizioni di Dio scendano su questa terra e sul suo popolo.